Donna al volante pericolo costante, recita il proverbio. Eppure ormai, almeno nell’America del Terzo Millennio, la patente è femmina. Sono di più le donne patentate che gli uomini infatti negli Stati Uniti: lo storico sorpasso viene celebrato da una ricerca del Transportation Research Institute dell’Università del Michigan che, oltre a censire il numero di licenze di guida, prevede anche una vera e propria rivoluzione nella storia dell’automobilismo e nuovi modelli disegnati apposta per il gentil sesso. Lo studio ha osservato i trend principali di genere nella guida negli anni tra il 1995 e il 2010. E per Michael Sivak, co-autore dello studio, si tratterà di una rivoluzione ecologica e sicura, perchè le donne abbinate ai motori, aldilà della leggendaria goffaggine (vera o presunta) sono maggiormente attente ai trasporti sostenibili e alla prudenza.

Annunci