Sono cinque gli imputati per traffico di organi e lesioni aggravate (tra questi il medico che si è occupato dell’espianto) che dovranno rispondere all’accusa di avere convinto il diciasettenne Wang a vendere un rene in cambio di tremila dollari, con i quali i giovani avrebbe acquistato un iPhone e un iPad. Il gruppo è accusato anche di avere incassato 35.000 dollari per la vendita dell’organo e di avere quasi causato la morte di Wang che, in seguito all’intervento, ora soffre di una grave forma di insufficienza renale.