Si tratta di una performance tecnologica ideata dalla stessa azienda (Digital Domain Media Group) che ha già consentito al defunto rapper Tupac di esibirsi con Dr Dre e Snoop Dogg al festival di Coachella dello scorso aprile. Digital Domain, co-fondata dal regista James Cameron, creerà un ologramma del Re del rock’n’roll che, secondo la Elvis Presley Enterprises, rappresenterà “un modo nuovo ed eccitante di riportare alla vita la magia e la musica di Elvis”. Per il momento non sono state rese note le circostanze nelle quali si potrà assistere al “nuovo” debutto di Presley ma, sempre secondo la fondazione che gestisce i beni e l’immagine di The Pelvis “i fan di lunga data saranno elettrizzati un’altra volta, mentre i più giovani potranno scoprire che cosa significava assistere a un’esibizione di Elvis”. In ogni caso la definizione di ologramma è impropria in quanto si tratta di un effetto chiamato “fantasma di Pepper”. Questa tecnica, che prende il nome da John Henry Pepper che primo la dimostrò nell’Ottocento, prevede l’uso di uno specchio semitrasparente che riflette ciò che accade in una zona non visibile agli spettatori, rendendolo visibile al pubblico. Digital Domain Media Group ha sottolineato che non si tratterà della riprosizione di immagini di repertorio ma di una vera e propria animazione di Elvis Presley.

Annunci