http://www.google.it/imgres?hl=it&biw=1280&bih=675&gbv=2&tbm=isch&tbnid=xfgbn9KsQERNjM:&imgrefurl=http://www.sott.net/articles/show/235764-Sarkozy-camp-fumbles-response-to-graft-charges&docid=u-GI4nolljLeFM&imgurl=http://www.sott.net/image/image/s4/82808/full/sarkozy_pinocchio.jpg&w=254&h=253&ei=2tyHT7WtHoqVswb42uS6Cw&zoom=1&iact=hc&vpx=595&vpy=314&dur=29&hovh=202&hovw=203&tx=134&ty=139&sig=103488455523226049249&page=1&tbnh=155&tbnw=172&start=0&ndsp=15&ved=1t:429,r:7,s:0,i:81
Durante un comizio elettorale in Normandia, il presidente francese ha dichiarato di essere stato il primo leader occidentale a visitare l’area interessata dalla disastrosa accoppiata terremoto/tsunami. Peccato però che le registrazioni dei suoi movimenti dimostrino che non si sia mai allontanato da Tokyo durante il suo viaggio in Giappone. Non è comunque la prima volta che Nicolas Sarkozy inventa la sua presenza ad avvennimenti significativi: nel 2010 era stato scoperto a mentire sulla sua presenza a Berlino nella notte della caduta del Muro. E’ risultato infatti che proprio quella sera del 1989 stava partecipando, in qualità di sindaco di Neuilly, a una cerimonia commemorativa in onore di Charles De Gaulle.