Si è portati a pensare che si tratti di una condizione esclusivamente femminile, ma secondo i ricercatori della Oxford University affligge il cinque per cento dei neo-papà. L’origine starebbe nelle notti insonni e nelle nuove responsabilità genitoriali che provocherebbero nell’uomo uno stato depressivo che lo porta a parlare e giocare poco con il figlio. Gli studiosi britannici hanno osservato che questa scarsa interazione può comportare problemi comportamentali nei bambini durante la crescita.
continua su Corriere.it