Il detto popolare “non è mai troppo tardi” calza a pennello a James Henry, novantottenne pescatore pensionato di Mystic (Connecticut). Infatti l’arzillo vecchietto fino a otto anni fa non sapeva nè leggere né scrivere, ma attualmente sta vendendo (nella sua città e non solo) parecchie copie del suo primo libro, intitolato Fisherman’s Language. Il volume contiene delle brevi storie legato all’ambito marinaresco che Henry ha scritto durante la sua fase di apprendimento della scrittura. L’ex pescatore ha raccontato di avere desiderato di imparare a scrivere per tutta la sua vita. “mi vergognavo molto di non essere capace a leggere – ha ricordato James Henry – ma ero anche piuttosto bravo a nasconderlo. Ho dovuto imparare a farlo perché non avevo alternative”. Nel corso degli anni il neo-scrittore aveva chiesto a sua moglie di impartirgli i rudimenti della scrittura. Ma la signora Henry, a lungo gravemente malata, non ha mai avuto la possibilità di farlo. E’ stato dopo la morte della consorte, e con la collaborazione di due nipoti, che l’uomo ha potuto realizzare il suo sogno. La Literacy Volunteers (un’associazione che si occupa di fornire un’istruzione agli adulti) ha approntato per lui un corso di scrittura. In capo a circa un anno James Henry è stato in grado di scrivere i suoi primi racconti. Secondo una delle nipoti, Marlisa McLaughlin, il libro del nonno è un chiaro messaggio a non arrendersi mai.

Annunci