L’archivio della Sony è stato violato e sono stati scaricati illegalmente più di 50mila file digitali. Il catalogo includeva anche materiale inedito tratto dalle sessioni di registrazione degli album più famosi di Jackson (Off the Wall, Bad e il million-seller Thriller) e duetti mai pubblicati del Re del pop con Freddie Mercury e Will.i.am dei Black Eyed Peas. Nel 2010 la major giapponese aveva pagato alla Fondazione dell’artista la somma di quasi 400 milioni di dollari per acquisire l’intera discografia e garantirsi la possibilità di pubblicare ben dieci nuovi album. Il cyber-attacco è avvenuto poche settimane dopo quello che nell’aprile 2011 aveva colpito Playstation Network con il conseguente furto dei dati personali di 77 milioni di videogiocatori, ma Sony lo ha reso noto solo sabato scorso. Le tracce lasciate dai pirati informatici conducono in Gran Bretagna dove la Soca ((Serious Organised Crime Agency) ha già mandato in tribunale due uomini accusandoli di reati previsti dal Computer Misuse Act (un atto emesso nel 1990 dal Parlamento inglese contro i crimini informatici). I due sospettati si sono dichiarati innocenti e sono stati rilasciati su cauzione.

continua su Corriere.it