La vitamina E ha proprietà antiossidanti ed è un prezioso alleato delle difese immunitarie. Ma come dicevano gli antichi est modus in rebus. E se assunto in dosi eccessive e seguendo una filosofia fai-da-te può arrivare addiittura a creare nocumento all’organismo, indebolendo le ossa e riducendone la massa.
Questa è la conclusione alla quale sono approdati i ricercatori giapponesi della Keyo University di Tokyo dopo aver effettuato alcuni esperimenti sui topi. Sotto accusa non è una normale dose di tocoferolo (uno dei principali composti detti vitamina E), bensì una dose eccessiva, più o meno equivalente a quella contenuta nei tanto diffusi integratori multivitaminici. Tale dose, somministrata a un roditore, incoraggia la formazione degli osteoclasti, incaricati di ridurre il tessuto osseo.

continua su Corriere.it