E’andato in onda su Fox durante il weekend negli Usa. La cinquecentesima puntata delle deliranti vicissitudini della famiglia di Springfield si intitola “At Long Last Leave” e vede Homer, Marge, Bart, Lisa e Maggie espulsi dalla loro città natale ed esiliati in un luogo chiamato Outlands. L’episodio inizia con i Simpsons chiusi nella loro cantina per ripararsi da un imminente uragano. Ma quando Lisa stanca della reclusione esce dal rifugio, la famiglia scopre che tutti gli altri abitanti di Springfield stanno presenziando a una riunione durante la quale viene votata la loro espulsione dalla città per averne causato il fallimento. Le ubriacature di Homer, i dispetti di Bart, le preoccupazioni ambientaliste di Lisa e il continuo silenzio di Maggie hanno, secondo il sindaco Quimby, portato la sua città al fallimento. Marge ottiene il titolo di “peggiore dei Simpsons” per la sua tenacia nel voler vedere la sua famiglia sotto una luce positiva. Allontanati da Springfield tra i festeggiamenti degli ex concittadini, i Simpsons arrivano in un luogo desolato chiamato Outlands, brutto, sporco, senza regole e abitato da maleducati e cattivi. Qui soltanto Marge non riesce ad ambientarsi mentre il marito e i figli si adattano velocemente alla nuova situazione. Vicino di casa della famiglia esiliata è Julian Assange che proprio nelle Outlands ha stabilito il quartier generale di Wikileaks. Dopo una notte brava (durante la quale la coppia ritorna clandestinamente a Springfield, si ubriaca e finisce a fare l’amore nella vecchia casa) Homer e Marge vengono arrestati e nuovamente espulsi dalla città. Marge si rivolge alla folla urlante dicendo loro che la sua famiglia ha trovato un posto migliore dove vivere, dove sono accettati per quello che sono e dove è possibile amarsi reciprocamente senza la preoccupazione dell’odio e del giudizio altrui. Col passare dei giorni tutti gli abitanti di Springfield iniziano gradualmente a trasferirsi nelle Outlands, anche loro alla ricerca di una nuova vita. Al termine dell’episodio la nuova città è indistinguibile da quella originale. Insomma una Springfield 2.0. La puntata si conclude con un cartello sul quale campeggia la scritta. “Grazie per le 500 puntate, ma ora andate a prendere una boccata d’aria prima di connettervi a Internet per dirci quanto vi ha fatto schifo”.