Un ventitreenne che cinguetta ed esprime opinioni su Maometto, palesando dubbi e perplessità in modo assolutamente inoffensivo, potrebbe essere giustiziato.
Hamza Kashgari, giornalista e blogger saudita, è accusato infatti di un tweet blasfemo e rischia ora la pena di morte e per il momento è stato estradato in Arabia dalle autorità malesi. Il post dello scandalo era rivolto a Maometto e recitava: “Nel giorno del tuo compleanno non mi inchinerò davanti a te, di te amo alcune cose ma ne detesto altre. Su di te ci sono molte cose che non ho capito”. Poco dopo la pubblicazione del post la Rete è insorta. In Arabia Saudita infatti per la blasfemia è prevista la pena capitale.