Le tigri del Bengala sono in pericolo, ma il governo indiano non sta a guardare. Un commando speciale di 54 uomini, perfettamente addestrati, è stato inviato nei parchi nazionali di Bandipur e Nagarahole, a sud di Bangalore, mentre una squadra altrettanto efficiente pattuglierà presto altre 13 riserve appartenenti a sette stati federali. L’obiettivo è difendere le tigri dai bracconieri, che oltre a cacciare i felini uccidono le loro prede naturali come il cervo, il cinghiale e il macaco.

continua su lettera43