E’ stato inaugurato ieri dal presidente messicano Felipe Calderon il Puente Baluarte che con i suoi 403 metri di altezza è il più alto del mondo. Il ponte si estende su un profondo burrone tra le montagne della Sierra Madre occidentale nel nord del Messico ed è parte di una nuova autostrada che va da Mazatlan sulla costa del Pacifico a Durango nell’interno del paese. Il Puente Baluarte, lungo 1.124 metri, è così alto che la Tour Eiffel potrebbe tranquillamente passare sotto la sua campata centrale. E mentre Felipe Calderon inaugurava la struttura sostenendo che “questo progetto unirà la gente del nord del Messico come non era mai accaduto prima”, i funzionari del Guinness World Record gli consegnavano un premio che certificava il primato conseguito dal ponte messicano. L’inaugurazione del vertiginoso ponte fa parte delle celebrazioni che commemorano i duecento anni di indipendenza del Messico dalla Spagna. La sua apertura al traffico è prevista entro la fine di quest’anno e questo contribuirà, nelle speranze del governo messicano, ad accrescere il turismo e il commercio. L’autostrada Mazatlan-Durango sostituisce una strada tortuosa di rinomata pericolosità che attraversa le vette frastagliate della Sierra Madre Occidentale, conosciuta come la “spina dorsale del diavolo”. Secondo gli esperti messicani ridurrà la durata del viaggio tra le due città di circa sei ore. Il precedente record per il ponte su cavi più alto del mondo apparteneva al famoso viadotto di Millau, nella regione della Francia meridionale del Midi-Pirenei, che alla sua sommità maggiore misura 341 metri che gli valgono comunque il primato europeo.