E’ stata creata nei laboratori del Shoukhrat Mitalipov dell’Oregon National Primate Research Center di Beaverton. La creatura è il risultato di un mix di cellule di sei identità genetiche differenti. Ogni embrione conteneva quattro cellule. Le prime scimmiette ”chimera”, così sono state ribattezzate, sono sostanzialmente cuccioli il cui corpo è un puzzle di cellule con diverso Dna, come se avessero sei genitori differenti. L’esperimento è stato possibile ricorrendo al controverso uso di cellule staminali embrionali prelevate da sei macachi.