La parola “kizuna”, che si può tentare di tradurre come legame o solidarietà, è stata scelta come kanji del Giappone del 2011. Tra i kanji, i caratteri di scrittura pittorica cinese, la parola kizuna è stata scelta dalla popolazione giapponese attraverso un sondaggio come quella che meglio riassume l’anno appena trascorso. Per il Giappone il 2011 è stato dominato dal terremoto e dallo tsunami del marzo scorso. L’immane disastro ha portato un numero senza precedenti di giapponesi ad aiutarsi l’un l’altro. Dopo che lo tsunami si è schiantato sulla costa nordorientale del Giappone, uccidendo migliaia di persone e inghiottendo intere comunità, lo stoicismo della popolazione e la loro determinazione a cooperare ha suscitato l’ammirazione del mondo intero. Nel mese di aprile, il primo ministro Naoto Kan ha ringraziato il mondo per gli aiuti ricevuti in una lettera dal titolo “Kizuna – i legami di amicizia”. E quando il Giappone ha inaspettatamente battuto gli Stati Uniti, vincendo la finale dei campionati mondiali di calcio femminile, la parola kizuna è stata più volte citata con orgoglio. Al sondaggio per scegliere il khanji dell’anno, portato avanti dalla Kanji Aptitude Testing Foundation, hanno preso parte all’incirca mezzo milione di giapponesi. In sessantamila hanno optato per kizuna, ma il secondo khanji ha un significato opposto e assai poco ottimista: wazawai significa infatti disastro. Per molti abitanti del Paese del Sol levante il 2011 è stato un anno decisamente poco generoso dal punto di vista dei legami personali. Infatti secondo un’azienda specializzata in cerimonie di divorzio, da quando la situazione post-terremoto si è normalizzata, il volume di affari legato alle separazioni si è triplicato. In Cina invece un analogo sondaggio ha portato alla vittoria il kanji “kong” che significa controllo, scelto in opposizione a quello dell’anno scorso che era stato zhang, vale a dire aumento dei prezzi.

Annunci