Ieri mattina un raduno di automobili sportive di lusso (ma la polizia sospetta che si trattasse di una gara clandestina) si è concluso con quello che potrebbe essere tranquillamente definito come uno degli incidenti stradali più costosi della storia. Otto Ferrari, tre Mercedes-Benz, una Lamborghini e altri due veicoli sono stati coinvolti nello scontro avvenuto nelle prefettura meridionale di Yamaguchi. Non ci sono stati feriti gravi, ma l’autostrada è stata chiusa per sei ore, mentre venivano rimossi i rottami delle vetture coinvolte nell’incidente. La stima dei danni è all’incirca di 300 milioni di yen (poco meno di tre milioni di euro). Le vetture, come riporta il quotidiano giapponese The Asahi Shimbun, si stavano dirigendo tutte insieme verso Hiroshima quando, come ha dichiarato un portavoce della polizia stradale l’incidente, il conducente di una delle Ferrari ha cercato di cambiare corsia e ha colpito il guardrail. Un testimone oculare non identificato ha raccontato all’emittente televisiva giapponese TBS che il gruppo di auto procedeva a una velocità stimata tra i 140/160 km/h e che “una delle macchine ha sbattuto e ha coinvolto tutte le altre”. Dieci persone sono rimaste lievemente ferite, mentre per alcune delle auto non rimane che la demolizione.