Valeska Paris, nata in Svizzera da genitori adepti di Scientology, aveva diciotto anni e viveva in Inghilterra quando venne inviata su una nave da crociera dal suo leader spirituale David Miscavige. La ragione per la quale la giovane veniva invitata a imbarcarsi era di tenerla lontana dalla sua famiglia che stava perdendo la “fede”. La madre di Valeska Paris aveva duramente attaccato Scientology alla televisione francese accusando l’organizzazione fondata da Ron L. Hubbard di essere responsabile del suicidio del marito, toltosi la vita dopo essere stato a sua detta rovinato economicamente proprio da coloro nei quali tanto aveva confidato. Recentemente Valeska ha dichiarato di essere stata costretta a lavorare nella sala macchine della nave Freewinds (l’imbarcazione che incrocia nella zona dei Caraibi e che è il luogo in cui venono tenuti i corsi di più alto livello di Scientology), con turni massacranti e nell’assoluta mancanza di libertà personale per dodici lunghissimi anni. Un portavoce del movimento religioso (ma c’è anche chi lo chiama una setta) ha definito le accuse di Valeska “totalmente false”.