Gli scienziati del progetto Operation Ice Bridge della NASA stanno monitorando una gigantesca frattura che si sta formando alla base di un ghiacciaio antartico (Pine Island) poichè ritengono che presto si staccherà dalla montagna un iceberg delle dimensioni della città di New York (la superficie sulla quale sorge la metropoli statunitense è di 1.214 chilometri quadrati). Gli esperti hanno dichiarato di avere notato la spaccatura il 14 ottobre scorso durante le operazioni di mappatura del ghiacciaio di Pine Island, effettuate con un aereo che volava a bassa quota. Secondo le stime degli esperti della Nasa, la frattura (lunga circa 18 chilometri e con un’ampiezza media di circa 260 metri) si allarga di quasi due metri al giorno. Il ghiacciaio di Pine Island viene chiamato “il ventre molle dell’Antartide” ed è in costante assottigliamento. Ma secondo la Nasa questo tipo di fessurazione avviene naturalmente ogni dieci anni e non è legato al riscaldamento globale. In base alle previsioni dei tecnici americani l’iceberg potrebbe staccarsi verso la fine di quest’anno o all’inizio del 2012.