Spesso il sesso forte viene accusato di scarso romanticismo dal gentil (si fa per dire) sesso, che rinfaccia metodicamente ai compagni/fidanzati/mariti di non onorare le ricorrenze, di non esternare i sentimenti e magari di non accorgersi nemmeno se è cambiata la tinta dei capelli. Niente di più falso però, o almeno in parte. L’uomo al debutto di un rapporto è spontaneamente e naturalmente più romantico della donna, in realtà ben più prudente e algida del tanto criticato maschio. E’ quest’ultimo che per primo e con imparagonabile slancio si lancia in dichiarazioni struggenti e sfodera il sempreverde Ti amo. Secondo una ricerca della Pennsylvania State University infatti in amore le donne sono molto più circospette degli uomini. Lo studio, pubblicato sul Journal of Social Psychology, ha dimostrato che gli uomini si innamorano in poche settimane, mentre da parte femminile sono necessari alcuni mesi. Inoltre i maschi tendono a dichiarare il proprio amore alla partner pronunciando il fatidico “Ti amo” nei primissimi tempi della relazione. Insomma sono le donne spesso a congelare e a sedare gli entusiasmi iniziali. Per poi lamentarsi chiaramente per tutto il resto del rapporto.