Sì, è proprio così, è stato provato che l’uomo moderno abbia avuto incontri sessuali sia con i Neanderthal che con altri ominidi simili poi estintisi chiamati Denisovans. Ma la vera notizia, ripresa da uno studio pubblicato su Science, è l’effetto benefico di questi accoppiamenti sulla nostra specie. Proprio l’eredità che ci hanno lasciato le due specie di ominidi infatti ci ha tutelato, attraverso un gene chiamato HLA e le sue varianti, dai microrganismi patogeni stimolando una forte risposta immunitaria.

Continua su Corriere.it