Secoli e secoli di vita casalinga per le femmine, mentre i maschi cacciavano, combattevano e viaggiavano: questo è quanto si è sempre creduto, tanto da pensare che un vissuto ancestrale tale non sia facile da dimenticare e che sia naturale che le donne abbiano una maggior propensione ad accudire il focolare domestico nell’attesa dell’amato il quale ancora oggi, per un motivo o per l’altro, è in giro in giro.
Ma secondo uno studio della University of Colorado Boulder i ruoli tra maschi e femmine tra gli ominidi che vivevano nella savana africana un milione di anni fa erano in realtà invertiti. Erano gli uomini infatti a stare maggiormente a casa, mentre il gentil sesso girovagava, varcando anche i confini delle zone abitative. Lo suggeriscono i ritrovamenti di alcuni denti di una popolazione di australopitechi vissuta inAfrica un milione di anni fa. Più della metà dei denti femminili sono stati infatti ritrovati al di fuori della zona in cui facevano base i gruppi, mentre solo il 10 per cento dei denti degli ominidi maschi è risultato essere al di fuori della zona di riferimento.