L’International Institute for Species Exploration della Arizona State University unitamente a una commissione formata dai principali esperti mondiali del campo ha nominato le dieci specie (animali e vegetali) di maggior rilievo, scoperte nel 2010. La speciale classifica è stata resa pubblica ieri, 23 maggio, in concomitanza dell’anniversario dellla nascita di Carl Nilson Linnaeus, molto più noto con il semplice nome di Linneo, medico e naturalista svedese, considerato il padre della classificazione moderna degli organismi viventi.
1 – Tyrannobdella rex
E’ una sanguisuga lunga circa cinque centimetri, dotata di un’unica mascella e denti giganteschi, che è stata ritrovata in Perù attaccata alla mucosa nasale di un essere umano.
2 – Halomonas titanicae
Il batterio mangia ferro è stato ritrovato sul relitto del Titanic. Si attacca alle superfici metalliche e, unitamente ad altri microorganismi, concorre ai processi di deterioramento dei metalli. Gli scienziati che lo hanno scoperto ( Dalhousie University – Canada e Universidad de Sevilla – Spagna) sostengono che il batterio potrebbe rivelarsi utile nello smaltimento dei relitti e delle condutture in disuso che giacciono sul fondo degli oceani.
3 – Halieutichthys intermedius
Si tratta di un pesce scoperto nel Golfo del Messico a seguito delle esplorazioni del fondale marino tese a valutare l’impatto ambientale causato dall’esplosione della piattaforma petrolifera Deepwater Horizon. Si muove sul fondo del mare usando le sue robuste pinne come braccia, si sposta saltellando e ricorda, secondo chi lo ha scoperto, un pipistrello che cammina.
4 – Mycena luxaeterna
E’ un fungo dotato di un gambo fosforescente che emette per ventiquattro ore al giorno una luce verde-giallastra. E’stato scoperto nelle foreste attorno a San paolo in Brasile e per valutare la rarità della scoperta occorre tenere presente che del milione e mezzo di funghi conosciuti nel mondo soltanto 71 sono in grado di produrre luce.
5 – Saltoblattella montistabularis
La riserva naturale di Silvermine in Sudafrica ospita questo scarafaggio che è in grado di fare balzi pari a quelli di una cavalletta. Fino a oggi si riteneva che si fossero estinti all’epoca del Giurassico.
6 – Varanus bitatawa
Questo lucertolone si trova solo nella foresta di Northern Sierra Madre nelle Filippine. Arriva a essere lungo più di due metri, ma pesa solo dieci chili, si nutre di frutta e passa la maggior parte della sua esistenza sugli alberi. Già noto ai cacciatori locali, pare strano che un animale di queste dimensioni sia sfuggito all’attenzione della scienza fino ad oggi.
7 – Philantomba walteri
E’ una specie di antilope ritrovata in una macelleria di un mercato dell’Africa occidentale. “La scoperta di una nuova specie all’interno di un gruppo di animali molto conosciuto – ha dichiarato Marc Colyn ricercatore dell”Università di Rennes (Francia) e scopritore dell’animale – ci ricorda che sono ancora molti i mammiferi che rimangono sconosciuti”.
8 – Glomeremus orchidophilus
E’ un grillo che trova la sua peculiarità nell’essere l’unico responsabile dell’impollinazione di una rara orchidea minacciata dall’estinzione, la Angraecum cadetii, che fiorisce sull’isola di Réunion nell’Arcipelago indiano. Sebbene molti insetti concorrano all’impollinazione dei fiori, l’unicità del ruolo del grillo in questione non ha precedenti.
9 – Psathyrella aquatica
Si tratta dell’unico fungo conosciuto in grado di crescere e proliferare sott’acqua. E’ stato ritrovato e osservato nel fiume Rogue nell’Oregon del sud.
10 – Caerostris darwini
Un ragno che vive in Madagascar che è in grado di produrre elaborate e lunghissime tele in grado, in alcuni casi, di attraversare fiumi, torrenti e laghi (ne è stata osservata una lunga più di venticinque metri con trenta insetti intrappolati). Ma la lunghezza delle tele non è l’unica abilità del Caerostris darwini: infatti la saliva di questi ragni produce filamenti due volte più resistenti di quelli di qualunque altra specie nota e addirittura dieci volte più resistenti di un filo di Kevlar di pari spessore.

Questo slideshow richiede JavaScript.