Uno studio di un team di ricercatori delle università inglesi di Stirling, Chester e Liverpool sostiene che se in una coppia la donna è molto bella, o comunque più del suo partner, la relazione è destinata a durare poco. Se invece è l’uomo a essere più attraente, le possibilità di durata restano immutate. Nel corso della ricerca gli scienziati hanno scattato delle foto ai componenti di più di cento coppie, alcune delle quali stavano insieme da pochi mesi e altre da anni. In seguito ogni individuo è stato classificato in base al proprio aspetto. L’analisi dei ricercatori ha portato alla conclusione che un marito o un fidanzato attraente non è un ostacolo alla riuscita dell’unione, ma se la donna è particolarmente bella, la relazione può durare al massimo qualche mese. Secondo uno degli esperti coinvolti nello studio, Rob Burriss: “Questo dimostra che è la donna a decidere se la relazione continuerà. Le belle donne possono rendersi conto che hanno l’opportunità di scegliere (e quindi avere abbastanza fiducia in sé stesse da potersi lasciare alle spalle relazioni finite). Le donne molto attraenti preferiscono relazioni brevi, in questo modo si garantiscono la possibilità di andare avanti”. Esiste anche la possibilità che le relazioni finiscano a causa della gelosia del partner maschile. Le donne meno carine invece “devono accontentarsi di quello che hanno” e quindi vivono rapporti più lunghi. La ricerca ha inoltre rivelato che le persone tendono a creare un rapporto con individui che hanno le stesse caratteristiche di simmetria del volto, il principale segno di bellezza. Pertanto si può dire che la coppia perfetta è quella tra persone che si trovano allo stesso livello di bellezza.