E’ l’ultima trovata di una gelateria londinese, l’Icecreamist, di Covent Garden un gelato creato utilizzando latte umano. A donare la preziosa materia prima è Victoria Hiley, mamma trentacinquenne, che sostiene che se gli adulti si accorgeranno di quanto è gustoso il latte umano incoraggeranno le neo-mamme ad allattare al seno i propri pargoli. La donna, alla quale il latte viene pagato 15 sterline ogni dieci once (280 grammi circa), sostiene che la sua sia un’ottima misura anti-recessione: “Che danno faccio se uso ciò che è mio per guadagnare un po’ di denaro extra?”. Il latte, consegnato espresso al ristorante, viene dapprima pastorizzato e in seguito aromatizzato con bacche di vaniglia del Madagascar e scorze di limone. Un Baby Gaga costa 15 sterline (17 euro e mezzo) e per invogliare i clienti ad assaggiarlo, il proprietario di Icecreamist ha creato lo slogan: “Se è buono abbastanza per i nostri figli, lo è anche per noi”. Altre 14 donne si sono aggiunte come “donatrici” a Victoria Hiley e per tutte, prima di accettarne il latte, sono previsti i test clinici normalmente adottati per i donatori di sangue.

Annunci