Il Cristo velato di Giuseppe Sanmartino, nella Cappella Sansevero di Napoli, è considerato uno dei maggiori capolavori della scultura italiana. Nel 2008 allo scultore italiano Felice Tagliaferri, cieco dall’età di quattordici anni, fu impedito di toccare la statua e quindi di “vederla” nel suo personale modo. Questo episodio ha stimolato l’artista a realizzare una sua versione del Cristo, definito per l’appunto Rivelato. L’opera verrà esposta dal 26 febbraio al 13 marzo al Museo Archeologico Nazionale di Napoli. E chi vorrà potrà toccarla con il beneplacito dell’autore.