Qualcuno si ricorderà del dottor McCoy, il medico di bordo dell’astronave Enterprise, nella serie Startrek. Il medico grazie a un apparecchio chiamato tricorder, riusciva a diagnosticare in pochi secondi il male che affliggeva i suoi pazienti. Ora la Charité/Universitätsmedizin di Berlino ne ha appena sviluppato una versione sicuramente meno infallibile di quella in dotazione al dottor McCoy, ma in grado di rilevare in pochi secondi quanto sani, o malsani, siamo. Il dispositivo, delle dimensioni di un mouse, sarebbe in grado di misurare i danni causati al nostro organismo da cattive abitudini come il fumo e i cibi poco sani. Secondo i ricercatori tedeschi il loro apparecchio, in soli trenta secondi, sarà in grado di mettere le persone davanti agli effetti negativi del loro comportamento, inducendole a cambiare il proprio stile di vita. Il misuratore di salute dovrebbe essere commercializzato a partire dall’estate prossima e verrà messo in vendita alla cifra di circa 200 euro. Il compito dell’apparecchio sviluppato nei laboratori tedeschi è quello di inviare un fascio luminoso sul corpo e, in seguito, raccogliere e analizzare la luce riflessa per stabilire quale lunghezza d’onda è stata assorbita dalla pelle. Questo consentirebbe di misurare i livelli di antiossidanti a livello cutaneo. Gli antiossidanti sono sostanze che proteggono dalle malattie e rallentano l’invecchiamento, contrastando l’azione distruttiva dei radicali liberi. L’apparecchio è stato testato su 50 alunni di scuola secondaria nella speranza che l’esperienza li allontani dalle cattive abitudini. “Ci aspettiamo che il comportamento dei ragazzi cambi non appena si renderanno conto della reazione del loro fisico a determinate abitudini” ha detto il professor Jürgen Lademann della Charité/Universitätsmedizin, che ha anche ammesso di avere mutato il proprio stile di vita dopo essersi sottoposto al test.