Il prezioso software, si chiama seL 4, è stato sviluppato da un team guidato da Open Labs Kernel uno spin-off dell’ICT Research Center australiano e si tratta di un piccolo sistema operativo kernel che regolamenta l’accesso all’hardware del computer. La sua caratteristica principale è quella di avere dimostrato matematicamente di funzionare correttamente nel consentire di separare i software attendibili da quelli non attendibili, proteggendo i servizi critici da un guasto o un attacco hacker. Le applicazioni future di seL 4, un microkernel, potrebbero garantire che i software per le transazioni finanziarie, forniti per esempio dalle banche, possano operare in sicurezza, sul cellulare di un utente, a fianco di contenuti meno affidabili, come i videogiochi. Oppure potrebbe fornire un ambiente sicuro e affidabile per i dati critici di difesa che operano sulla stessa piattaforma di applicazioni di uso quotidiano come la posta elettronica. “Il nostro microkernel seL 4 è l’unico sistema operativo esistente il cui codice sorgente ha matematicamente dimostrato di implementare correttamente la propria specifica.” ha detto Gerwin Klein, a capo della ricerca.

Annunci