Per carità, niente storie piccanti di festini e trasgressioni perchè la Ruby in questione era una cagnolina ritrovata verso la fine del 1993, nella Germania appena riunificata, da Norbert Korzdorfer, giornalista del popolare tabloid tedesco Bild. Korzdorfer presentò la cucciola di Jack Russell terrier ai lettori nel giorno di Capodanno del 1994 e da allora quasi ogni sabato ha raccontato in una rubrica intitolata Mein Hund und ich (Il mio cane e io) la sua vita, i suoi comportamenti e soprattutto il rapporto che li legava. Sulla cagnolina sono stati scritti cinque libri ed è stata una star mediatica tedesca per diciassette anni, regalando notorietà al suo affezionato proprietario. Nei giorni scorsi Korzdorfer si trovava negli Stati uniti per lavoro, lì lo ha raggiunto una telefonata della moglie che lo avvertiva delle pessime condizioni di salute nelle quali versava la diciassettenne Ruby. “Le immagini della felicità sono passate davanti ai miei occhi colmi di lacrime. Diciassette anni di gioia, fedeltà, risate e amicizia – ha scritto sul Bild Korzdorfer- ma Ruby è demente e vive nel mondo delle ombre. E’ come un bambino ingrigito che a mezzanotte brancola e barcolla in casa, fissa la parete. Se poi cade, non riesce più a tirarsi su dal parquet scivoloso. E’ un’ombra che si muove nell’ombra. Ruby non vede quasi più niente, è sorda, ma odora, ha sensazioni e avverte la mia presenza. Di notte ulula dal dolore”. Oggi è stata praticata a Ruby un’iniezione che ha messo fine a tutte le sue sofferenze ma non alla tenera storia d’amore che l’ha legata al suo padrone e ai suoi affezionati lettori. Ce ne fossero di Ruby così…

Annunci