Il picco dell’intelligenza emotiva arriva intorno ai sessanta anni: lo hanno dimostrato i ricercatori della University of California, Berkeley, sottolineando che è proprio nell’età matura che le persone sono capaci di entrare in uno stato ottimale di empatia, a fronte di scene traumatiche, film o documentari toccanti. Al tempo stesso è proprio a sessanta anni che gli esseri umani sono portati, molto più della loro controparte giovane, a vedere il lato positivo della vita, anche nelle situazioni più stressanti.

Annunci