Ad aggiudicarsi il titolo di Eroe dell’anno è stata la nepalese Anuradha Koirala che, grazie alla sua organizzazione Maiti Nepal, si ritiene abbia salvato più di 12 mila donne e ragazze dalla schiavitù sessuale. La donna si è aggiudicata un premio di centomila dollari ai quali ne vanno sommati altri 25 mila, somma donata a tutti e dieci i finalisti selezionati tra più di 10 mila candidati. Alla cerimonia hanno partepato anche i 33 minatori cileni sopravvissuti a 69 giorni di prigionia nel cuore della Terra.
Continua su www.corriere.it

Annunci