L’uomo non ebbe origine dunque in Africa, come si è sempre pensato, ma in Asia. Lo sostiene un gruppo di ricerca coordinato dal paleontologo francese Jean-Jacques Jaeger dell’Università di Poitiers sulla base di nuovi fossili scoperti in Libia e risalenti a circa 39 milioni di anni fa. I fossili fanno capo a tre distinte famiglie di antropodi e la loro improvvisa comparsa nella stessa area, pur essendo così diversificati, suggerisce tra le ipotesi una colonizzazione dell’Africa dei primati, probabilmente nati ed evolutisi in un’altra area geografica. I paleontologi suggeriscono che sia proprio l’Asia il punto d’origine perchè in queso continente sono stati scoperti resti fossili di antropodi antecedenti quelli africani.

Annunci