Dieci ottobre duemila e dieci. Dopo un secolo, domenica scorsa è riapparsa la data con il triplo dieci. Nel mondo si è scatenata la corsa al matrimonio perchè la combinazione di numeri è considerata di buon auspicio (oltre a essere facile da ricordare). In alcuni uffici comunali in Inghilterra, ma anche in Canada e Cina, si è registrata una tale quantità di richieste di matrimonio per la fatidica data, da costringere le autorità competenti dapprima a tenere aperto più a lungo, sebbene fosse domenica e, in seguito, a rimandare al giorno successivo una parte di coloro che intendevano sposarsi il 10/10/10. Il dieci, secondo Pitagora, era il numero perfetto (costituito dal cosiddetto Tetraktys, la somma della successione dei primi quattro numeri) e rappresentava i quattro principi cosmogonici (oceano, notte, luce e aria). Nella numerologia il dieci è la base della numerazione posizionale decimale, ossia quella comunemente utilizzata. Secondo la tradizione cinese è considerato un numero porta fortuna e in astrologia la data 10/10/10 è indicativa di un periodo baciato dalla buona sorte soprattutto per quello che riguarda il lavoro e il denaro. Senza dimenticare la religione con i Dieci Comandamenti e le dieci piaghe d’Egitto, passando per l’astronomia (10 Hygiea è il nome di un asteroide battezzato così in onore di Igea, la dea greca della salute) per arrivare al calcio con la lunga lista di campioni che hanno indossato la maglia numero dieci. Infine i giorni 10/10/10 sono considerati, in varie culture popolari, come grandi momenti di fertilità femminile e, per chi nasce in quella data, sono previsti fortuna e una personalità da leader. Nella italiana, anzi napoletana, Smorfia, al numero dieci corrispondono i fagioli.

Annunci