Secondo uno studio spagnolo pubblicato su Lancet Neurology osservando la fase REM del sonno si possono predire le probabilità di sviluppare il Parkinson. In particolare una persona su cinque oltre i sessanta anni che ha problemi di sonno movimentato e disordini del sonno tende a sviluppare la patologia. Se nel corso dei sogni più inquietanti si registra un eccesso di movimento notturno può essere una spia negativa.

Annunci