Anson Wong, noto anche come Lizard King (Re Lucertola), è stato fermato il 26 agosto scorso all’aeroporto di Kuala Lumpur, in Malesia, quando la sua valigia si è aperta sul nastro trasportatore, rivelando un inaspettato contenuto. All’interno del bagaglio del cinquantaduenne trafficante di animali vi erano ben 95 esemplari di boa constrictor (specie considerata a rischio estinzione), due vipere-rinoceronte (Bitis nasicornis) e una tartaruga di Matamata (fimbriatus di Chelus). L’uomo intendeva trasportare gli animali in Indonesia, nella capitale Giacarta. La sua condanna è stata aspramente criticata dalle organizzazioni ambientaliste che la ritengono troppo lieve: “Questa sentenza dice ai trafficanti di animali che hanno poco da temere da parte della legge – ha detto William Schaedla, direttore regionale dell’organizzazione di monitoraggio della fauna selvatica Traffic – Speriamo che il Ministero delle Risorse Naturali e dell’Ambiente presenti un appello per ottenere una condanna più severa nei confronti di Anson Wong”. WWF Malesia ha espressamente richiesto che all’uomo venga definitivamente revocato il permesso di commercializzare animali. Infine, secondo un comunicato del Dipartimento di Giustizia americano, il signor Wong è stato condannato a scontare, nel 2001, 71 mesi di carcere per contrabbando di animali sul suolo statunitense. Il trafficante pagherà anche una multa di quasi cinquantamila euro, ma si può ritenere fortunato visto che la legge prevede fino a sette anni di prigione e un’ammenda di cinquantamila euro per ogni animale illegalmente trasportato. “L’ho fatto per accontentare i miei clienti – ha deposto in tribunale Anson Wong – E i boa non sono animali selvatici, ma allevati in cattività”. Ciononostante il giudice malese Zulhelmy Hasan ha respinto la richiesta della difesa di Wong di restituire all’uomo il cellulare e il computer portatile poichè questi potrebbero contenere informazioni rilevanti per comprendere le ramificazioni del traffico di animali selvatici.

Annunci