Così titola Nature la sua copertina, dedicata al ritrovamento del primo utensile tagliato e utilizzato dai nostri antenati 800 mila anni prima di quanto si credesse. Il più antico taglio della storia risale infatti a 3,4 milioni di anni fa, dove per taglio si intende la capacità di adattare gli utensili per rimuovere la carne dalle ossa: lo hanno scoperto gli archeologi esplorando un sito in Etiopia nell’ambito del progetto Dikka, e il ritrovamento, che riguarda dei tagli sulle ossa di animali come mucche o antilopi, cambia le ipotesi sulla vita degli ominidi, slittando indietro molte tappe riguardanti la loro evoluzione. Autore della scoperta gruppo internazionale di antropologi coordinato da Zeresenay Alemseged, dell’Accademia californiana delle scienze di San Francisco.

Annunci