Tag Archive: genitali




Ebbene sì,avete letto bene: quarantacinque chilogrammi è il peso del sacco scrotale del quarantasettenne di Las Vegas Wesley Warren junior. Le dimensioni spropositate non riguardano però i testicoli ma soltanto il loro contenitore nel quale affluiscono liquidi da tutto il corpo. Se Warren vivesse in aree tropicali la sua deformazione potrebbe essere riconducibile a una malattia, nota come filariosi linfatica, che viene trasmessa dalle zanzare e comporta un’elefantiasi genitale dovuta all’accumulo di vermi nello scroto. Ma il signor Warren junior abita a Las Vegas e non ai tropici e in ogni caso i medici che lo hanno visitato escludono la filariosi. E’ stato lui stesso a spiegare come tutto ha avuto inizio: “Una mattina del 2008 mi sono schiacciato i testicoli tra le gambe mentre mi giravo nel letto. Non ho mai sentito un dolore simile in tutta la mia vita – ha raccontato l’uomo – è stato come se mi fosse passato sopra un camion. Poi il dolore è passato, ma il giorno dopo il mio scroto aveva le dimensioni di un pallone da calcio. Penso di essermi distrutto i linfonodi”. Questa causa è stata giudicata come possibile dai medici, sebbene piuttosto rara. Nell’ottobre del 2011 Lesley Warren ha lanciato una raccolta fondi per finanziare un’operazione che lo riportasse alla normalità (la sua deformazione non gli consente rapporti sessuali ed è costretto a urinarsi addosso poiché il suo pene rimane schiacciato e nascosto dall’enorme scroto), ma ora che avrebbe trovato un finanziatore ha rifiutato la proposta che gli è stata fatta. Da quando ha reso pubblica la sua bizzarra storia, l’uomo è stato ospite di numerose trasmissioni televisive e radiofoniche e un ritorno alla normalità comporterebbe la fine della sua fama appena acquisita. Il programma televisivo “Dr. Oz Show” si è offerto di pagare l’intervento in cambio di un’esclusiva su tutto l’iter pre e post-operatorio di Warren, ma questi ha preferito rifiutare. L’area dello scroto, infatti, è altamente vascolarizzata e l’intervento chirurgico comporterebbe gravi rischi di un’emorragia che potrebbe venire risolta soltanto con la rimozione dei testicoli e del pene. Sul profilo Facebook di Lesley Warren Jr., creato inizialmente per raccogliere il denaro necessario per l’operazione chirurgica, in molti hanno espresso solidarietà al quarantasettenne di Las Vegas che, a chi gli ha chiesto se la sua rinuncia sia dovuta al timore di ridiventare una persona qualunque, ha risposto: “Chi vorrebbe vivere in questo modo? Io ho solo paura di morire durante l’intervento”.



Mao Sugiyama era stato operato per la rimozione totale dei suoi genitali all’inizio dello scorso aprile. Dopo l’intervento, il ragazzo ha ritirato dall’ospedale i propri organi sessuali surgelati e in seguito ha postato su Twitter il seguente annuncio: “Offro i miei genitali maschili come cibo (pene intero, testicoli e scroto) per 100.000 yen (poco più di mille euro). Sono giapponese. Gli organi sono stati rimossi chirurgicamente e mi sono sottoposto ad analisi che hanno escluso qualunque malattia venerea e non sto seguendo terapie a base di ormoni femminili. Il primo acquirente interessato li otterrà, ma sto anche considerando l’idea di venderli a un gruppo. Li preparerò e cucinerò a richiesta, nel luogo scelto dall’acquirente”. I partecipanti al raccapricciante banchetto sono stati una settantina, ma solo cinque hanno potuto “gustare” i genitali di Mao Sugiyama che li ha serviti con funghi e prezzemolo. Gli altri ospiti hanno mangiato carne di manzo o di coccodrillo. Secondo i cinque prescelti (una coppia di trentenni, una ragazza di ventidue anni, un ragazzo di trentadue e il ventinovenne ideatore di eventi Shigenobu Matsuzawa) il piatto servito dall’asessuato chef era “gommoso e poco saporito”. La cena si è svolta in un locale di Tokyo, nel quartiere Suginami, e la polizia locale non ha ritenuto di intervenire poichè l’insolito cuoco e tutti i partecipanti erano maggiorenni e consenzienti. Sugiyama, che di mestiere fa l’illustratore, ha fatto firmare ai suoi convitati una manleva nel caso si fossero ammalati dopo avere mangiato i suoi genitali. In precedenza il giovane giapponese si era fatto espiantare anche i capezzoli e ha dichiarato di non volere rimpiazzare i suoi organi sessuali con genitali femminili.

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.