Quando Maryann Sahoury ha accettato di comparire in un filmato educativo sull’allattamento al seno pensava di avere l’opportunità di aiutare le donne che avevano difficoltà. Ma qualcuno ha deciso di usare le immagini della donna che allattava la figlia, inserendole in un video pornografico. La scorsa settimana una corte federale del New Jersey ha accolto la richiesta di Maryann di avviare un procedimento contro l’azienda che ha registrato il video, la Meredith Corporation. La signora infatti era stata verbalmente rassicurata del fatto che non sarebbero comparsi nel video né il suo nome né quello della figlia, accordo completamente disatteso dalla casa di produzione.

About these ads