Uno studio dell’Università di Colonia sottolinea la pericolosità dell’ecstasy, dopo essere stato incentrato su giovani che avevano da poco provato la sostanza. La ricerca è durata un anno, al termine del quale 23 ragazzi erano diventati consumatori abituali, avendo assunto tra le dieci e le sessantadue pastiglie. Questi hanno mostrato un chiaro deterioramento delle capacità mnemoniche, indicatore delle prime fasi di demenza. Il danno alla memoria si è manifestato anche in chi ha assunto solo dieci ecstasy in un anno.

About these ads